Sono una fotografa di 22 anni, la stravagante della famiglia, appassionata d'arte sin da quando ero una bambinetta.
Ho scoperto la fotografia all'età di 13 anni, mentre facevo i compiti di  chimica e matematica.
A quell'epoca non avevo idea di cosa significasse crescere - pensavo fosse un qualcosa che aveva a che fare con una maggiore libertà, come la libertà di prepararti la tua colazione, di metterti il rossetto o di andare in giro con i tacchi alti.
Quando avevo 5 o 6 anni, i miei genitori mi chiedevano di scattar loro delle foto durante le nostre gite. Ricordo di come ero affascinata da quella macchina fotografica analogica di plastica da pochi soldi, con tutte le aberrazioni cromatiche e le superfici granulose. Così come Neil Armstrong lasciò l'impronta del suo piede sulla luna, io avrei lasciato l'impronta del mio dito nell'angolo della foto.
Un po' più tardi scoprii che anche gli esseri umani possono divenire immortali. A quel tempo, avevo letto di un medusa che non muore mai. Coma poteva essere che una medusa vivesse in eterno e gli esseri umani no?
Non sono mai stata capace di dedicarmi ad un solo genere di fotografia. Il mondo è troppo grande per poter essere racchiuso in un paesaggio o in un ritratto. Ha bisogno di essere colorato con così tanta luce da spingere il sole verso un'eterna cecità.


Siti Web:   http://www.feliciasimionphotography.com

I premi di Felicia Simion