La stampa fotografica di alta qualità, denominata stampa fine art viene utilizzato dai professionisti in campo artistico e fotografico, come gallerie o musei, per una resa eccezionale. Ma sotto questo nome vanno diversi tipi di carta.
 
Per scegliere la carta fine art appropriata, vanno presi in considerazione due parametri: 


Scegliere la carta fine art: una questione di sensazione

 
Lo spessore, il colore e la texture della carta sono i 3 elementi "sensoriali" coinvolti nella scelta di una carta fotografica
Lo spessore interviene sulla rigidità della carta, ma anche il fatto di tenerla in mano unitamente alla resistenza alla stampa. 
 
Tutte le carte fotografiche fine art non possiedono lo stesso bianco. Alcune presentano una tonalità più calda delle altre. Così, ad esempio, Canson® Infinity Photo Lustre Premium RC è una delle nostre carte più bianche, mentre Canson® Infinity Platine Fibre Rag ha una tonalità più calda. Si tratta di un fattore determinante per scegliere se stampare la fotografia in bianco e nero o a colori. In realtà, le sfumature di grigio sono, ad esempio, meno nette su una carta dalle tonalità calde.
 
La texture corrisponde alle sensazioni al tatto prodotte dalla carta: liscia, granulosa, ecc. In genere, una carta liscia è adatta a una foto che viene esposta con la protezione di un vetro, mentre una carta più testurizzata dona più carattere a una foto senza alcuna protezione. Ad esempio, Canson Infinity Velin Museum Rag 315 g/m²  presenta una struttura liscia leggermente granulosa, una resa ideale per stampare foto alto di gamma.
 
Canson® Infinity ha realizzato due Discovery Pack per consentire di provare i diversi tipi di carta e di trovare quella più adatta alle proprie esigenze. Il Discovery pack Fine art è più orientato ai supporti fine art e il Discovery Pack Fine Art Photo consente di scoprire tutti i nostri supporti fotografici incluso, in particolare, le carte RC (Resin-Coated).
 
Ritorna alle FAQ